Online: 2 | LOGIN | English

Home Servizi Roster Parters Contatti

Scritti Inversi Naturelfa

Labyrinth- Dove tutto è possibile { 1986 }

2014-08-25 10:11 by Jackie (letto 1557 volte)
“Con rischi indicibili e traversie innumerevoli, ho superato questo Labirinto oltre la città dei Goblin, per riprendere il bambino che tu hai rapito."

Cast

Jareth, il Re dei Goblin: David Bowie

Sarah: Jennifer Connelly

Toby: Toby Froud

 

Soundtrack

Trevor Jones

David Bowie

 

Costumi

Ellis Flyte

Brian Froud

 

Regia


Jim Henson


Cosa accadrebbe se un desiderio nato dalla rabbia si realizzasse?

Come ci si sentirebbe sapendo che una favola diventasse realtà?

È quello che accade a Sarah (Jennifer Connelly), una quindicenne costretta suo malgrado a badare al fratellino Toby (Toby Froud), di pochi mesi, avuto dal padre con la nuova compagna dopo la morte della moglie.

La ragazzina, non riconoscendo e non accettando la donna come matrigna, si rifugia in un mondo fantastico, fingendo di vivere in prima persona la sua fiaba preferita, Labyrinth.

Nella notte tempestosa in cui Sarah bada a Toby, inizia a raccontargli la fiaba e, prima di andarsene, esprime un desiderio ad alta voce:

“Desidererei proprio che i Goblin ti portino via, all’istante!”

Il bambino scompare e Sarah, allarmata, non riesce a comprendere fino a quaqndo compare un barbagianni bianco che si trasforma nel Re dei Goblin, Jareth (David Bowie).

Ha inizio così l’avventura di Sarah all’interno del Labirinto del sovrano, aiutata e ostacolata da altri goblin  e da Jareth stesso, dove in 13 ore dovrà arrivare al castello al centro del Labirinto.

Dopo molte difficoltà e un’allucinazione provocata da una pesca avvelenata dall’uomo, Sarah riesce a raggiungere il castello multidimensionale di Jareth, sconfiggendo quest’ultimo grazie alla frase che lei, nell’interpretare il libro, non ricordava mai:

“Tu non hai alcun potere su di me!”

Sarah torna sana e salva col fratellino a casa e decide di diventare matura e di crescere, regalando i suoi peluches al fratellino.

Ma i suoi amici trovati nel Labirinto compaiono allo specchio, dicendole che loro ci saranno sempre se avesse bisogno.

E fuori alla finestra, un barbagianni bianco osserva la scena…

 

Con ispirazioni del calibro di Alice nel paese delle meraviglie, Il Mago di Oz, Labyrinth è un piccolo capolavoro fantasy fatto per le menti che non vogliono smettere di sognare.

Gli autori trassero anche ispirazioni dalle opere di Maurice Sendak per i pupazzi coprotagonisti, specialmente la Banda dei Pupazzi Smontabili,  e di M. C. Escher per la realizzazione del castello multidimensionale di Jareth, di cui possiamo notare il poster di una sua opera nella camera di Sarah.

Il Re dei Goblin interpretato da David Bowie, rappresenta il Male come Seduzione, specialmente nella scena del ballo, in cui Sarah dovrà combattere con la sua sensualità, è la migliore sotto il punto di vista visivo, in fatto di costumi magistralmente creati da Ennis Flyte e Brian Freud, costruttore anche dei pupazzi e dal punto di vista uditivo anche grazie alla colonna sonora di Trevor Jones e lo stesso Bowie;  in questo caso, protagonista è As The World Falls Down, scritta e composta dalla rockstar inglese, insieme ad altre quattro canzoni contenute nell’album omonimo ( Magic Dance, Underground, Chilly Down, Within You ).

Inoltre, compie giochi di prestigio per tutta la durata del film: il suo particolare potere è quello di creare e di maneggiare con grande destrezza delle sfere di cristallo, facendone ruotare su una sola mano e farle scivolare sulle proprie braccia come se fossero inesistenti, incorporee.

Questo rappresenta una grande e innovativa disciplina di giocoleria denominata  contact juggling, il cui scopo è appunto la manipolazione di sfere essenzialmente di plastica: il primo a utilizzare le sfere di cristallo o un suo composto acrilico, fu il giocoliere Michael Moschen, attuale direttore artistico del Cirque du Soleil, ed esecutore delle scene in cui Jareth manipola le sfere, e che assisteva Bowie nelle riprese.

Oltre alla straordinaria performance di Bowie, di cui si ricorda anche il suo Nikola Tesla in The Prestige ( Christian Bale, Hugh Jackman, Michael Caine, Scarlett Johansonn, Rebecca Hall, Andy Serkins ), è da segnalare una giovanissima e talentuosissima Jennifer Connelly, che vincerà nel 2001 un Oscar per A Beautiful Mind e famosa anche per Blood Diamond- Diamanti di sangue ( Leonardo DiCaprio, Djimon Hounsou ).

 

Dal film, infine, è stato creato un videogioco omonimo per piattaforma Commodore 64 nel 1986; la casa editrice Tokyopop in collaborazione con The Jim Henson Company ha pubblicato nel 2006 un manga “Ritorno a Labyrintyh” con Toby come protagonista e ambientato 13 anni dopo l’avventura della sorella di cui, sfortunatamente in Italia, è uscito solo il primo volume; infine, la mangaka Kaori Yuki si è ispirata al castello del Re dei Goblin per il Pandemonium, il castello di Lucifero, nel suo manga Angel Sanctuary.

 

Jackie

 
Mi piace Non mi piace


I PIU' POPOLARI

I PIU' LETTI